AVVISO

E' per me una particolare gioia realizzare gioielli personalizzati per colore, forma, componenti , pietre.
Basta chiedere....

domenica 17 giugno 2018

Vi presento JANA HONNEROVA

    Oggi sono appena tornata a casa dopo un nuovo fantastico corso sulla lavorazione delle PASTE POLIMERICHE con un'artista davvero speciale, proveniente dalla Repubblica Ceca che si chiama

                                                        JANA HONNEROVA

L'esperienza è stata così bella e felice che non potevo non condividerla prontamente.


    Non lasciatevi ingannare dal sorriso e dall'età giovanissima di  Jana, perché vi sto presentando una artista ed una professionista delle paste polimeriche di caratura davvero internazionale.
I suoi gioielli sono stupendi e tutti portano la sua impronta unica per originalità e  precisione che  potrei  dire quasi maniacale. I gioielli di Jana sprigionano il suo sorriso contagioso, sono "felici", allegri, e realizzati con tecniche incredibili e personalissime messe a punto dopo anni di smisurata passione per questo mezzo creativo incredibile.

Un incredibile bracciale realizzato con colori meravigliosi ed un disegno "effetto stoffa".







Ecco alcuni esempi delle meravigliose creazioni di Jana .




Molte altre sue creazioni sono visibili su Flickr:https://www.flickr.com/photos/92421145@N06/
nel suo negozio Etsy https://www.etsy.com/shop/JanaHonnerova
e sulla sua pagina Facebook www.facebook.com/honnerova







     Leila Bidler e il fantastico gruppo di POLYMER CLAY ITALIA  , con la loro insuperabile capacità di individuare gli artisti polimerici più innovativi e speciali, ha organizzato un corso con Jana che ho avuto dunque la gioia di conoscere personalmente.
Incuriosita da un'artista  così giovane , dotata di capacità di insegnamento davvero superlative, mi sono fatta raccontare come è nata la sua grande passione per le paste polimeriche.
Jana è stata prontamente disponibile a farsi intervistare e ho scoperto tanti aspetti della sua vita che non avrei potuto neanche lontanamente immaginare.
Jana ha iniziato a 15 anni a gareggiare nella specialità dello Skateboard  e rapidamente è arrivata a livelli incredibili, campionessa della Repubblica Ceca  nel 2006 e quarta ai Campionati Mondiali.



Però oltre ai successi sportivi….sono arrivati anche i successi nella vita affettiva e Jana si è sposata e con il suo amatissimo marito ha formato una famiglia con due meravigliosi bambini.
Con grande senso di responsabilità , in considerazione anche della pericolosità dello Skateboard, pur agli apici della carriera sportiva , Jana ha deciso di dedicarsi alla famiglia.




 Un cambiamento davvero epocale, fatto certamente con gioia , ma anche emotivamente rilevante.
 In questo momento così delicato le energie esplosive e temerarie in precedenza applicate nello sport , si sono in parte incanalate a sviluppare la passione per la creazione di gioielli con le paste polimeriche.
In effetti i gioielli di Jana esprimono una personalità molto particolare: l'amore per i dettagli, la cura nella realizzazione, i colori "esplosivi, il disegno divertente e moderno, la libertà di creare per la gioia di modellare e scoprire la versatilità di questo mezzo meraviglioso. E soprattutto la libertà di creare senza condizionamenti, solo per la gioia di una ricerca sempre più profonda e con tecniche sempre più difficili e complesse.
E' stato bellissimo vedere con quanta passione e quanta delicatezza , con movimenti perfetti, Jana accarezza la pasta polimerica fino a sottometterla alle tecniche più rischiose. Sfoglie di pasta sottilissime, accostamenti di colori insoliti, effetti "mosaico". Basta guardare i suoi gioielli…


Al termine del corso Jana e Leila hanno organizzato una graditissima "lotteria" con gioielli realizzati da Jana e con un ricchissimo "bottino" a base di paste polimeriche offerto dallo sponsor del corso , ovvero la Polyform.


Alessio Gila, il fortunatissimo vincitore!


RINGRAZIAMENTI


LEILA BIDLER  amministratrice del gruppo POLYMER CLAY ITALIA insuperabile promotrice delle paste polimeriche in Italia per avere organizzato il corso.
https://www.facebook.com/groups/PolymerClayItalia/





COLORAUTO di CORBETTA per l'ospitalità sempre squisita.
"Location" perfetta per corsi internazionali.

Lo Staff di Colorauto








La POLYFORM ditta produttrice del PREMO.
https://www.sculpey.com/premo-sculpey/20-premo-sculpey


BEST CLAY il fornitissimo  rivenditore italiano delle paste polimeriche .
https://www.bestclay.it/


    E non possono mancare le foto dei partecipanti al corso:



















Today I have attended a wonderful Class with Jana Honnerova , a unique Czech polymer clay artist.
The class was organized by Leila Bidler  in Corbetta , in the wonderful Colorauto shop.
I have really enjoyed this wonderful class and I have learnt a lot of new techniques.
Jana creates wonderful jewels, extremely originals, but her masterpiece is ...her life.
From world Skateboard Championship to a wonderful family with her husband and a boy and a girl , in a few years she has become an international well know polymer clay artist.
All my wishes for more and more success!



giovedì 8 marzo 2018

Frida Kahlo e l'8 Marzo

    Oggi è l'8 marzo, festa delle donne . Per l'occasione ho pensato di ricordare Frida Kahlo che recentemente mi è tornata in mente perché mi è stato richiesto proprio alcuni giorni fa  un lavoro su ordinazione e cioè un bracciale con la sua immagine.








   Per realizzare il bracciale ho cercato di entrare nel mondo di Frida, che avevo conosciuto molti anni fa, leggendo una sua biografia.
 Ho scelto un cabochon che riproduce un quadro molto singolare, dove Frida dipinge se stessa con una scimmietta , un micio nero e una rondine al collo, animali dipinti non certo per caso, ma perché nel suo mondo avevano un significato simbolico molto particolare.
http://www.artesplorando.it/2017/05/autoritratto-con-collana-di-spine-frida-kahlo.html


Ho ricreato intorno alla sua immagine una natura ricca di perline di tante forme diverse, e piccole foglioline di cristallo della mia collezione personale, frutto di ricerche approfondite da più parti del mondo, scegliendo tante diverse sfumature di verde perché Frida amava la natura e i colori brillanti.
Purtroppo lo sguardo di Frida , come in quasi tutti i suoi autoritratti esprime una profonda malinconia  che derivava non solo dai suoi tragici problemi di salute , ma soprattutto come lei stessa dichiarò, soprattutto  per il grande dolore che il rapporto con Diego Rivera l'aveva tormentata per tutta la sua esistenza per le sue continue infedeltà.
Per questo motivo ho pensato di collegare la Festa dell'8 marzo a Frida Kahlo, che ci ricorda che non dobbiamo rimanere incatenate ad amori infelici che ci derubano della gioia di vivere e delle nostre  risorse  più profonde interiori, artistiche e creative. Solo  ritrovando la nostra essenza più profonda, libera dal dolore ,troveremo la serenità.
Come ho letto tempo fa in un libro : "nessuno merita le tue lacrime, e chi le merita certamente non ti farà piangere".


Una delle rarissime foto dove Frida sorride. Bellissima.



Casa Azul dove era nata e dove aveva vissuto Frida. Oggi è il suo museo.





Una collana che ho realizzato due anni fa con la tecnica dell'embroidery  per realizzare un "effetto pizzo"  per ricordare i vestiti colorati  della tradizione messicana di Frida.

martedì 14 novembre 2017

Grandi eventi Bijoux

    E già..proprio così ...il   grande evento WOMEN IN PROGRESS ,nuovo di zecca, sta per realizzarsi
                                     sabato 18 novembre 2017 a Lugano
                        nel negozio svizzero del mitico brand Fantasy Craft.
   Da mesi sto preparando nuovi bijoux per la mia trasferta svizzera, una vera prima assoluta.
L'esibizione svizzera precederà la versione milanese che si terrà in Via della Capinera  a Milano il 
25 e 26 novembre.
    Sebbene sia specializzata nei resoconti delle mostre di bijoux, questa volta non posso esimermi dallo scrivere un piccolo "preview".
   Ho accolto con grande gioia l'invito di Maria Di Spirito ,la creatrice e costante anima ispiratrice dei negozi Fantasy Craft, che ha profuso energie  titaniche per organizzare un evento davvero innovativo .
   Questo anno l'evento ha un nuovo nome: WOMEN-IN-PROGRESS che sintetizza lo spirito di continua ricerca ed evoluzione delle espositrici, che ad ogni edizione propongono bijoux sempre nuovi e davvero singolari.
                                         Nuovo nome , ma soprattutto nuovissime idee.
    Una riunione ai primi di settembre con Maria e  il gruppo al completo  ha delineato il programma di questo anno. Un vero e proprio "brain storming" dal quale è scaturito un progetto semplicemente  fantastico.
 Ad ogni creativa è stata affidata una "collezione EVENTO" ispirata ad un particolare genere di bijoux ed è stata sviluppata anche una sezione ECOCREATIVA dove ognuno realizza bijoux con oggetti riciclati.
   Il gruppo è davvero una super potenza: 13 creatrici di bijoux che svilupperanno temi completamente diversi. Non posso raccontarvi tutto, ma ecco qualche esempio: gioielli in stile Boho, Soutache Steampunk, , Embroidery Gipsy, Cammei and Beads, Wire Jewels, , Vintage Style. Nodo Orefice e cristalli, bracciali con varie tecniche,  Gold and silver polymer clay.

Per l'occasione su Instagram le bellissime foto di presentazione dell'evento realizzate da Maria di Spirito.


Considerando la mia passione per i minerali e le pietre il mio tema non poteva che essere
Ethnic Stone, cioè gioielli in pietre dure in stile etnico.






Ecco qualche anteprima:




    Un cabochon rosa ,incastonato da pietra goldstone, e perline, è accompagnato a quarzo rosa di forme diverse, ad edera Vintage in rame e ad una nappina decorata con perline e pietra goldstone per  uno stile insolito che valorizza l'abbinamento tra il rosa delicatissimo del quarzo ed il marrone scintillante delle perle goldstone.



   Uno stile etnico più " spinto"abbina perle goldstone, bellissime perle traforate in osso, amazzonite variegata, piccole perle in agata, quarzo citrino a taglio "spacco cava", stupende perle Batik  in osso allungate originarie dal Gana  e ovviamente una chiusura realizzata a mano con la tecnica Wire.


   Per il gioiello con l'elemento riciclato ho scelto le chiavi, ovviamente... le chiavi del cuore.
Dopo una accurata ricerca ho trovato delle chiavi veramente antiche, con una loro piccola storia e ho realizzato dei cuori in embroidery da abbinare.


Non posso farvi vedere altro ...altrimenti che sorpresa sarebbe!


Per un sabato diverso dal solito vi consiglio davvero un viaggetto a Lugano:
Il negozio Fantasy Craft è in Via della Posta 3 , zona centralissima di Lugano vicinissima al lago .
Troverete la mappa "del tesoro"qui:
http://www.fantasycraft.it/content/14-lugano




Elena responsabile del negozio di Lugano ci accoglierà con la sua gentilezza e grazia unici.


       Non vedo l'ora di avere la gioia di apprezzare i meravigliosi bijoux che le mie compagne di avventura hanno realizzato. Sono preziosissimi, perché fatti con infinita passione e amore.

martedì 19 settembre 2017

PASSIONE PASTE POLIMERICHE





   Nelle mie esplorazioni sulle diverse tecniche di realizzazione dei gioielli mi sono imbattuta nelle paste polimeriche, un mondo per me completamente sconosciuto. Ho iniziato a frequentare  al Fantasy Craft i corsi di Maria Di Spirito, Amarilli Reggiani e della super specialista polimerica Silvia Paniga ed è stato un vero colpo di fulmine.
   Le paste polimeriche sono un fantastico materiale con proprietà simili all'argilla, ma ancora più malleabili e soprattutto disponibili in infiniti colori  Una volta lavorate vengono cotte nel forno , dopodiché possono essere anche colorate con svariati tipi di colori.
Le tecniche di lavorazione sono pressoché infinite e si può praticamente riprodurre qualsiasi cosa: pietre preziose, murrine , materiali organici etc.
Così quando ho scoperto che la Staedtler, famosissima azienda tedesca produttrice non solo di materiale per la scrittura  e il disegno, ma anche del FIMO, il nome commerciale della pasta polimerica più conosciuta, organizzava a Monza un Simposio invitando quattro grandissime artiste ,
ho deciso di tuffarmi in una "total immersion" polimerica e l'esperienza è stata davvero grandiosa.
La Staedtler ha scelto come sede del simposio Monza e uno stupendo Hotel proprio davanti alla Villa Reale , dove si è svolto il simposio e che in quei giorni era prenotato esclusivamente per l'evento.
Appassionati da tutto il mondo hanno seguito i corsi di quattro artiste davvero uniche che non posso non raccontare.






   


                                                           DONNA GREENBERG



Chissà da quale pianeta arriva Donna GREENBERG.
 Un background artistico dal mondo della pittura e della ceramica , dal 2010 scopre le paste polimeriche. La sua gamma di strumenti e tonalità  artistiche ne è enormemente arricchita.
 La  passione per la combinazione di materiali sempre differenti, di texture, di superfici, di forme viene certamente esaltata dall'impiego delle paste polimeriche  che le consentono di creare  misteriose creature che emergono dal mondo degli abissi.
 Guardando i suoi gioielli sembra di vedere il movimento delle alghe nel mare , scoprire coralli che da secoli abitano relitti di navi antiche.
Questa è la prima impressione ,ma poi le creazioni sono così particolari che non è solo il mare evocato dai suoi gioielli, ma qualcosa di più profondo e segreto che probabilmente è presente nell'inconscio di tutti noi e che riporta all'essenza delle cose.
 Ebbene questa artista così singolare  per tre giorni intensi ci ha trasmesso un mondo di segreti.
E' stato semplicemente affascinante vedere come in pochi minuti dalle sue mani nascevano forme bellissime, che con un amore speciale venivano colorate e prendevano letteralmente vita: gioielli tridimensionali , con forme ispirate alla natura: fiori, creature marine, forme fantastiche e surreali sinuose , poi colorate con colori  singolari e innovativi a olio, dai colori brillanti e "succulenti".




https://lartedelfimo.wordpress.com/2012/02/16/storia-del-fimo-e-che-cose/





Donna Greenberg a destra durante la lezione








Donna spiega come  utilizzare i colori a olio Genesis

MONICA RESTA



Chi dice paste polimeriche dice ..Monica RESTA e MO CLAY , il canale YouTube dove gli appassionati di paste polimeriche da tempo hanno la possibilità di imparare sempre nuove tecniche.
Monica ha una vera e propria predisposizione all'insegnamento. Ha scritto manuali, libri internazionali, svolge corsi in tutto il mondo ed è davvero un'insegnante molto molto particolare. Ha il talento incredibile di insegnare con una grazia ed una leggerezza  tali, che imparare con lei è un po come giocare. E in effetti la sua caratteristica artistica è proprio quella di riprodurre un mondo incantato, il mondo dello stupore candido e felice, un mondo pieno di gioia per cose piccole e grandi
Per questo simposio ci ha insegnato un sistema molto particolare e tutto suo per disegnare sulla pasta polimerica con una texture che riproduce perfettamente la tela sui quali si dipingono i quadri.  Così abbiamo rispolverato matite colorate, pennarelli , crayons e tutte ci siamo messe a disegnare con una gioia che certamente da tempo non provavamo.. E quanti segreti ci ha insegnato Monica...sempre pronta a rispondere alla miriade di domande che le abbiamo fatte!

La vetrina con i gioielli di Monica presentata al Simposio





                                                                 CECILIA LEONINI






Cecilia Leonini a destra


    Cecilia Leonini è stata una stupenda scoperta! Artista polimerica con un curriculum artistico e umano di spessore davvero notevole: pianista, preside, creatrice, un caleidoscopio di esperienze e sensazioni che hanno levigato il suo cuore fino al punto di poterlo offrire ai suoi allievi con grande immediatezza e autenticità. Il suo corso è stato davvero un'esperienza unica per la gentilezza e la sensibilità con la quale ci ha insegnato una tecnica a mosaico molto bella , ma la lezione più grande è stata insegnarci che il perfezionismo è uno dei più grandi limiti che noi poniamo a noi stessi e che le creazioni devono scaturire naturalmente dalla nostra personalità più profonda.





 I gioielli realizzati da Cecilia ci raccontano di geometrie imperfette , di tratti semplici, ma ricchi di vita e di colore.


                                                                LORETTA LAM


Loretta LAM a destra


Loretta LAM a destra e Donna GREENBERG a sinistra



    Loretta Lam trae ispirazione per le sue creazioni inequivocabilmente dalla natura.
I suoi gioielli evocano immediatamente una passeggiata magica nel bosco.
 I colori variano dai colori dell'autunno, a colori primaverili ed estivi. L'importanza della scelta dei colori è stata una parte importante del suo insegnamento, abbinata alla scoperta di modellare con le mani le paste polimeriche proprio come fossero argilla.
Loretta è un'artista internazionale con tecnica e creatività semplicemente impeccabili e  unici che sembra essere appena sbarcata da un 'astronave proveniente da un pianeta sconosciuto, per insegnare a noi comuni mortali che ne siamo rimasti totalmente ammirati e affascinati.


Per finire non posso che ringraziare lo staff italiano e tedesco della Staedtler che ha organizzato un evento semplicemente unico per imparare un mondo di tecniche , idee e creatività davvero inimmaginabili Grazie!!!!


A destra il gentilissimo rappresentante italiano della Staedtler

Il maestro di cerimonie

Peggy insostituibile e sempre presente .






Compagne di corso semplicemente uniche sempre disponibili a scambiare esperienze, tecniche, idee.